cerca nel sito

Iscriviti alla Ns newsletter per rimanere sempre aggiornato

SOSTEGNO AL PROGETTO “LEGA IPPICA ITALIANA” Appunti e migliorie

Milano, 6 Maggio 2013:  Imprenditori Ippici Italiani, dopo aver promosso un convegno sul tema il giorno 4 marzo 2013, si sono nuovamente riuniti con lo scopo di definire il proprio sostegno ad una riforma che possa consentire al comparto ippico di superare questo momento tremendo e ritornare ai fasti dei tempi passati.

Inutile rimarcare che il sistema attuale, completamente gestito dai Ministeri e dai burocrati, ha dimostrato tutta la sua inadeguatezza, e quindi siamo favorevoli ad una riforma che preveda una gestione diretta del settore da parte degli operatori, sia per la parte strategica che per quella programmatica, tecnica e di sviluppo economico, lasciando ai Ministeri competenti solo le funzioni di controllo.
In questo senso riteniamo che il progetto Lega Ippica Italiana risponda al requisito fondamentale che dovrà avere la riforma, e dobbiamo constatare che ancora oggi è l'unico progetto concreto esistente.
E' fuori dubbio che la realizzazione di qualsiasi riforma debba anche comprendere un rinnovamento totale della mentalità con cui questo settore intenda ripartire, e ci riferiamo sia alla necessità di sganciamento da qualsiasi forma di assistenzialismo, sia al tema etico.
Imprenditori Ippici Italiani dichiara così il proprio sostegno al Progetto di Lega Ippica Italiana ma intende porre alcuni appunti e suggerire delle migliorie:

Composizione del Consiglio Direttivo (Governance)

La proposta di legge prevede un Consiglio Direttivo composto da 9 elementi:
- il Presidente, eletto dall'assemblea dei Soci, super partes, tra persone di elevata esperienza manageriale e comprovata terzietà rispetto alle componenti del settore
- 4 membri designati dai Soci appartenenti alle categorie di allevatori/proprietari, 2 del trotto e 2 del galoppo.
- 4 membri designati dai Soci della categoria Società di gestione degli ippodromi.
Su questo argomento ha lavorato una nostra specifica Commissione in cui hanno partecipato anche un rappresentante di ANAC ed uno di SIRE. La relazione della suddetta Commissione presieduta dall'Avv. Tabone ritiene che la struttura giuridica garantisca che nessuna categoria possa prevalere sull'altra ma, la forte rappresentanza degli ippodromi potrebbe farsi sentire quando il Consiglio dovrà decidere l'entità delle risorse ad essi destinate ed i criteri di ripartizione fra i vari ippodromi. Occorre quindi, quanto meno, preoccuparsi che la struttura "tecnica" facente capo al Direttore Generale che si occuperà di contrattualizzare il rapporto con gli ippodromi, ne valuti obiettivamente i requisiti, la qualità di gestione e tutto quanto riguarda le risorse destinate al finanziamento di progetti strutturali, di adeguamento o di miglioramento che i singoli ippodromi dovranno presentare. In altre parole riteniamo che il rapporto economico tra Lega e Ippodromi debba essere vincolato da Piani industriali di sviluppo e legato ai risultati ottenuti, su base annuale, rispetto agli obiettivi. Non si potrà più basarsi sul concetto che gli Ippodromi debbano essere assistiti ma occorrerà impostare una collaborazione che si basi sullo stimolo, sul progetto e sul premio a risultato raggiunto.

Organismi Tecnici

La riforma prevede la ricostituzione di quelli che una volta si chiamavano Enti tecnici e che hanno garantito fino alla loro esistenza che le scelte tecniche fossero fatte con competenza e razionalità. Dopo la loro eliminazione si è persa gradualmente ogni visione tecnica, giungendo all'attuale caos.
Nel disegno di legge è quindi prevista la nascita di 2 commissioni, una del trotto ed una del galoppo, i cui membri saranno nominati dalle rispettive associazioni di categoria.
A nostro avviso questo è un organo per certi versi più importante del Consiglio.
E' infatti in questa sede che i rappresentanti delle Associazioni di allevatori, proprietari, allenatori, guidatori, fantini, gentlemen ecc... dovranno impegnare tutta la loro professionalità e competenza per
proporre o contribuire a rilasciare un proprio parere tecnico circa i criteri per la composizione dei calendari, dei programmi di corsa e dei Grandi Premi che favorisca la giusta crescita e valutazione del nostro patrimonio animale.
Quindi, a prescindere da chi li nominerà, i componenti dovranno essere figure di vertice delle rispettive categorie, unanimemente riconosciuti a livello nazionale ed internazionale.

Antidoping e Giustizia Sportiva

Fra le competenze della Lega Ippica è prevista l'esecuzione di ogni servizio amministrativo e tecnico funzionale allo svolgimento delle corse e alla raccolta delle scommesse, ad eccezione dei controlli antidoping. Di fatto nella proposta di legge si lasciano tutte le competenze circa l'esecuzione e la certificazione dei controlli antidoping in mano alla struttura attualmente esistente, Unire Lab.
Visto l'attuale pessimo funzionamento del sistema antidoping, peraltro a costi altissimi, che ha consentito di fatto che in Italia il doping non fosse punito in modo deciso e tempestivo, lasciando varie vie di fuga a chi ha utilizzato prodotti vietati, si ritiene assolutamente necessario che la Lega abbia il controllo totale di tutto il settore, a partire dalla stesura dei regolamenti fino all'esecuzione e la certificazione dei prelievi.
Le Associazioni nazionali di Veterinari e Produttori di farmaci hanno messo a disposizione la loro esperienza e le loro conoscenze per contribuire a stipulare i nuovi regolamenti, che dovranno prevedere anche la netta distinzione fra prodotti curativi e prodotti dopanti, necessaria per un più giusto intervento sanzionatorio nei confronti dei trasgressori.
Al momento, nella proposta di legge, fra le competenze di Lega Ippica, non è compresa l'istituzione e la disciplina dell'albo dei giudici di gara, la definizione dei criteri per la composizione delle giurie e la nomina delle medesime, che quindi rimangono di competenza del Mipaaf. Ci sembra che non ci sia nessun motivo logico su tale decisione, tutte le componenti che riguardano la giustizia sportiva dovrebbero essere "garantite" da Lega Ippica. Su questo tema intendiamo prendere visione del Regolamento approntato dalla Commissione Giustizia Sportiva del Comitato Pre-Lega in collaborazione con importanti esperti del Settore in materia.

Scommessa ippica

La proposta di legge prevede che Lega Ippica valuti trimestralmente l'andamento delle scommesse su base ippica e che possa formulare proposte al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e all'AAMS, ai fini di eventuali modifiche alle modalità e caratteristiche delle scommesse, sulle quali ha parere vincolante.
Tale proposta, pur essendo già migliorativa rispetto lo status attuale, non va ad incidere concretamente sul problema che ha decretato, insieme ad altri fattori, il crollo del gioco sulle scommesse ippiche, e cioè
l'immobilismo di Aams circa le riforme. E mentre gli altri giochi, dal bingo alle slot, dal Grattaevinci ai giochi on-line, sono continuamente rinnovati ed adeguati alle richieste del mercato, la scommessa ippica è stata messa in un angolo da condizioni svantaggiose sia di tipo fiscale che tecnico sulle quali Aams non è voluta intervenire nonostante le sollecitazioni del comparto ippico.
Proponiamo di prevedere all'interno di Lega Ippica Italiana la creazione di una struttura tecnica in grado di elaborare nuove scommesse o modifiche a quelle esistenti in modo da intercettare tempestivamente le necessità del mercato dei giochi, formulando proposte che Aams dovrà valutare, solo sotto l'aspetto legislativo, entro un tempo limite di 60 giorni.
In questo modo il comparto ippico potrebbe riacquisire il controllo del prodotto commerciale che dovrà determinare l'autosufficienza richiestaci dalle istituzioni e dalla politica.

La funzione degli ippodromi nell'ippica del futuro

Anche se in parte lo sono già attualmente (di fatto non hanno bisogno di nessuna nuova normativa) con la proposta di legge di Lega Ippica Italiana si inducono, per meri fini economici, gli ippodromi a diventare ancor più luoghi che offrono ogni tipologia di gioco, perdendo forse di vista quella che è la funzione principale per cui sono stati costruiti, cioè le Corse di Cavalli. Occorre comunque riflettere bene sul tipo di ippodromi che vogliamo avere per il futuro, perché se vogliamo valorizzare e rilanciare l'ippica anche come spettacolo, e non solo sportivo, occorre riqualificare gli ippodromi come centri di aggregazione che accolgano nel modo adeguato un pubblico composito, formato da scommettitori ed appassionati, rilanciando il ruolo fondamentale dei Proprietari, ma anche da famiglie e da cittadini che si vogliono godere la bellezza dei cavalli o più semplicemente di una bella giornata all'aria aperta.
In questa ottica sarebbe quindi più utile prevedere all'interno degli ippodromi attività collaterali dedite all'intrattenimento, quali ristoranti, bar, centri benessere, mercatini, negozi, attrattive per i ragazzi e per i bambini e non solo, piuttosto che concentrarvi ogni tipo di gioco o scommessa, portandosi dietro una platea diversa, che in teoria dovrebbe essere esclusivamente maggiorenne. Il rischio, tanto per rendere meglio l'idea, è di ottenere, all'interno della tribuna piena di slot-machines, una massa di giocatori talmente "catturati" dal gioco compulsivo che si disinteressano totalmente delle Corse dei Cavalli.
Potrebbe essere proponibile una soluzione intermedia, peraltro già esistente in alcune città, che prevede strutture all'interno dell'area dell'ippodromo dove concentrare l'effettuazione di tutti i tipi di giochi (bingo slot-machines e quant'altro) con il ritorno economico previsto dal testo di legge, e concentrare l'attività dell'ippodromo su eventi di intrattenimento e sull'effettuazione delle Corse dei Cavalli, con relativa raccolta delle scommesse e la presenza obbligatoria di una agenzia ippica all'interno che raccolga il gioco a livello nazionale.

Impegno per l'emersione del lavoro nero e fondo per la Cassa Previdenza

Vista l'importanza, a livello nazionale, del generare nuovi posti di lavoro, e per andare incontro alle problematiche di tipo sociale e previdenziale che riguardano la mancata erogazione della pensione di allenatori, guidatori e fantini, si propone l'accantonamento di un fondo economico specifico per i seguenti scopi:
- integrazione di risorse per la Cassa di previdenza dei professionisti, che però dovranno rivedere i meccanismi di contribuzione in modo tale che sia adeguatamente finanziata anche con i contributi che dovranno versare obbligatoriamente.
- potenziamento e istituzionalizzazione del Fondo Artieri
Per definire questo delicato tema si propone la formazione di un team di esperti che ponga, in tempi brevissimi, le basi tecniche su cui fondare questi due strumenti che, oltre a creare certezze per il futuro degli operatori, debbono generare un ciclo virtuoso che faccia emergere interamente il lavoro nero, piaga del nostro settore.
Il Ministero Economia e Finanze si è già dichiarato sensibile a questo argomento per cui si chiederà al Mef una sorta di defiscalizzazione che attenui l'impatto economico di tali iniziativa e non aggravi i costi delle Scuderie.

Cavalli a fine carriera

Vista la preoccupazione di molti proprietari su questo delicato tema, si propone la creazione di un fondo per il mantenimento, su terreni demaniali appropriati, messi a disposizione dallo Stato, dei cavalli giunti a fine carriera che non avranno garantita una sistemazione adeguata, con eventualmente un contributo una-tantum da parte di coloro che si vorranno avvalere della suddetta opportunità.

Salute del Cavallo

Si propone la costituzione di una Commissione specifica che affronti la tematica del benessere e della salute del Cavallo

Utilizzo Immagini

Si auspica che, con l'avvento di Lega Ippica Italiana, si possa riuscire ad invertire il trend attuale e a valorizzare il prodotto Corse dei Cavalli a tal punto da riuscire a vendere le immagini dello spettacolo sportivo e di tutto il bellissimo mondo che gli gira intorno.
Raggiunto questo obiettivo riteniamo si possa generare un monte di risorse che andranno distribuite agli attori dello spettacolo ippico ed a rafforzare ulteriormente l'integrità e la disponibilità di queste componenti nei confronti del pubblico.

Contributi agli Ippodromi

Nella relazione tecnica che accompagna il progetto Lega Ippica si evidenziano due aspetti che nel testo del disegno di legge non sono affrontati. Il primo è la ripartizione fra montepremi e spettanze degli ippodromi, prevista nel piano economico con il rapporto di 60% a 40% .
Tale rapporto può essere giustificato per i primi 4 anni, nei quali una consistente somma andrà destinata a progetti di riqualificazione degli ippodromi oggi in condizioni pessime, mentre per gli anni successivi si ritiene di ritornare ad un più equo rapporto di 2 a 1. Ovvio che le somme stanziate per progetti che non verranno poi realizzati, non saranno erogate abbassando quindi lo stanziamento effettivo. Il secondo è lo stanziamento preventivato per i costi della televisione: quello previsto nel piano economico ci pare sovrastimato, in quanto si ritengono già eccessivi i 9 milioni previsti dall'ultimo bando predisposto da ASSI, sia tenendo conto che la quota per la produzione delle immagini, attualmente a carico degli ippodromi, è già compresa nelle competenze a loro spettanti, sia considerando una migliore gestione della televisione ippica, attualmente pessima, compresa la definitiva soluzione del problema dello sfruttamento dell'immagine dei protagonisti, cavalli, driver, fantini ecc... e rapportandosi agli altri sport.

Tutela dell'allevamento

Con la crisi economica del settore ippico, sommata a quella generale, è entrato in difficoltà il settore che è l'anima dell'ippica, la spina dorsale sulla quale si basa tutta la filiera: l'allevamento.
Basti pensare che per il solo trotto, da una produzione annua di oltre 5.000 puledri si è passati, nel 2012, a soli 2.600 puledri registrati, con funeste previsioni per il 2013 di 2.000 nati e per il 2014 intorno ai 1.500 nati.
Questa riduzione così drastica, oltre alla chiusura di molti allevamenti (anche storici ed importanti) potrebbe portare ad una mancanza di puledri per mantenere attivo il sistema ippico italiano, portandoci ad un progressivo quanto rapido "spegnimento" dell'intero comparto.
Come tutti ben sanno l'allevamento italiano, grazie agli investimenti fatti negli anni passati, é arrivato ad un livello qualitativo di valore mondiale. Purtroppo è ormai certo un suo arretramento nei prossimi anni, visto che gli allevatori, per contenere le perdite economiche, hanno ridotto non solo la produzione ma anche il budget previsto per le monte, considerata la speranza minima, se non nulla, di ricavare qualcosa dalla vendita dei puledri.
La riduzione del montepremi (di oltre il 50% negli ultimi 2 anni) sommata alla contestuale eliminazione delle provvidenze e alla follia dei pagamenti mai ricevuti, ha fatto si che tutte le aziende che si basano sull'allevamento, sia grandi che piccole, comprese quelle che hanno ottenuto buoni risultati in pista, negli ultimi anni hanno avuto bilanci nettamente in rosso senza nessuna possibilità di salvezza, e questa situazione ha fatto si che molti "mollassero".
Occorre quindi che la riforma preveda dei meccanismi certi di tutela dell'allevamento, come il ripristino delle provvidenze distribuite solo seguendo criteri meritocratici basati sulla qualità della produzione, con una adeguata destinazione di risorse economiche, presenti ma non sufficientemente determinate nella proposta di Lega Ippica Italiana.
Proponiamo quindi che, in collaborazione col Mipaaf, si attuino Piani di sviluppo e di investimento dedicati all'Allevamento, come viene fatto per tutte le altre attività agricole, destinati unicamente alle Aziende Agricole.

Rassegna Stalloni Italiani 2021 Axl Rose: una novità sulle orme di Love You Axl Rose si presenta come una interessantissima novità per gli allevatori italiani, uno Stallone Italiano estremamente qualitativo, il più importante della generazione assieme ad Alrajah One, che si appresta ad iniziare la sua prima stagione di monta.
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Vivid Wise As: ancora una vittoria importante Fin dal suo esordio Vivid Wise As si impose come leader assoluto della sua generazione in Italia e la sua straordinaria carriera internazionale certamente non ha poi deluso le attese.
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Tony Gio: potenza, carattere e precocità Col debutto in razza di Tony Gio gli allevatori italiani hanno a disposizione uno dei più validi figli di Varenne, sicuramente uno di quelli che ha dimostrato più coraggio e più potenza. Tony Gio offre un corredo genetico di primissimo livello, una genealogia regale anche in virtù della grande...
Rassegna Stalloni 2021 Adrian Chip: un americano per l’allevamento italiano L’americano Adrian Chip arriva in Europa dopo una carriera giovanile di altissimo livello negli States dove a 2 anni è secondo nella Matron Stakes Final e terzo nella Breeder’s Crown mentre a 3 anni è secondo nell’Hambletonian e nel World Trotting Derby e terzo nello Yonkers Trot. In Europa...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Nesta Effe, il Principe biondo     Nesta Effe si presenta alla sua sesta stagione di monta vantando tra i suoi prodotti un prima serie come Bubble Effe, 1.12.2 ed Euro 136.000, protagonista della stagione classica dei 3 anni e Bomber di No 1.12.9 ed Euro 39.000.   Il pedigree di Nesta Effe ci propone...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Rotary Ok, potenza e affidabilità di stampo americano, e che sangue!   Per gli allevatori in cerca di uno stallone affidabile certamente la linea maschile di Garland Lobell, attraverso i tre figli di Amour Angus (Andover Hall, Conway Hall e Angus Hall)  è quella che da sempre offre stalloni importanti che non deluderanno le aspettative.  
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Vitruvio: la classe non è acqua Vitruvio offre agli allevatori italiani una delle migliori soluzioni di continuità della pregiata e solidissima linea del top Sire Andover Hall. Vitruvio infatti nasce dall’americano Adrian Chip il quale, dopo una brillante carriera giovanile negli States, dove è secondo nell’Hambletonian e nel World Trotting...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Victor Gio, un “italo-americano” figlio di Ready Cash La stagione di monta 2021 sembra essere quella decisiva per questo Stallone italiano che si presenta alla sua quarta annata molto “chiacchierato” soprattutto per come si sono presentati, nei primi mesi di doma e di attacchi, i 42 figli della sua prima produzione quella della lettera “D” Niente di sorprendente, Victor Gio nasce talmente alla...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Remo Gas, perché i figli di Varenne sono grandi stalloni! Anche per il 2021 sono aperte le selezioni per l’assegnazione delle monte gratuite destinate a 50 fattrici di ottima genealogia di questo bellissimo erede di Varenne. Remo Gas è stato uno dei più importanti figli del Sire italiano, uno di quelli che ha lasciato veramente il segno dimostrando di essere un Trottatore precoce, consistente e...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Nad al Sheba: ancora una volta stallone leader Nad al Sheba è ormai da considerarsi una eccellenza, oltretutto disponibile in Italia, che un allevatore non può non prendere in seria considerazione. Nad al Sheba, leader in Italia per risultati in pista, si è ormai affermato come uno degli Stalloni Italiani più interessanti per il rapporto qualità/prezzo e per un progetto allevatoriale che...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Varenne: una garanzia per un prodotto di altissimo livello Gli allevatori italiani hanno il privilegio di avere a disposizione uno stallone estremamente qualitativo, e ormai affermatissimo, che si appresta ad iniziare la sua 18° stagione di monta. Analizzando le performance dei 1455 figli di Varenne nati dal 2004 al 2016 troviamo ben 9 Campioni con record inferiore a 1.10:
Lettera al Ministro Bellanova - L’IPPICA SOTTO IL CONI significa un altro passo verso la morte L’IPPICA SOTTO IL CONI significa un altro passo verso la morte: richiesta di incontro urgente Restiamo allibiti nell’apprendere che il Mipaaf ha richiesto e sostenuto il trasferimento delle proprie funzioni di gestione del settore ippico al CONI. Ribadiamo che si tratta di un errore grossolano che, oltre a dividere in due il comparto, lo...
Imprenditori Ippici Italiani esprime forte preoccupazione per il proseguimento delle attività del settore Le Aziende appartenenti a questa associazione sentono la impellente necessità di segnalare 3 gravi disfunzioni che mettono a serio rischio la prosecuzione dell’attività ippica:1 - esattamente come per gli anni trascorsi, gli ippodromi si vedono costretti a non accettare i partenti a causa della mancanza di regolari contratti relativi al 2020. Il...
Rassegna PULEDRI Scuderia Gardesana www.gardesana.it Scuderia Gardesana è un allevamento storico, da decenni alla ribalta nella scena internazionale i cui puledri negli ultimi anni si stanno affermando in maniera straordinaria in coerenza con la tradizione che lo vede da sempre vincente.La produzione del 2019, lettera D, propone un livello qualitativo molto alto e linee interessanti che strizzano...
Rassegna Stalloni Italiani 2020 Scegliamo Stalloni Italiani, abbiamo a portata di mano la solidità di Ghiaccio del Nord Ghiaccio del Nord si sta affermando come uno dei più solidi Stalloni Italiani. Non poteva essere altrimenti se si considera che si tratta di un cavallo vincitore di 18 Gran Premi e piazzato in altrettanti. Ghiaccio del Nord, per 5 anni consecutivi, si è cimentato a livello internazionale dimostrandosi sempre altamente competitivo, concreto e...
Proroga pagamento rinnovi colori Trotto e Galoppo Rinnovi colori Trotto e Galoppo rimangono invariati al 31 dicembre con proroga del pagamento. Il consiglio del Mipaaf è di pagare entro il 28 febbraio!   Ieri è stato finalmente pubblicato il Decreto che conferma il rinnovo dei colori e delle patenti/licenze per il 2017. Il rischio di un anticipo al 30 novembre è stato superato grazie...
Trotto: I migliori Cavalli italiani vanno all’estero a far cassa I migliori Allevatori, invece, restano a bocca asciutta Sono mancate vittorie importanti e abbiamo vinto qualche Corsa in meno ma il 2014 si chiude con un incremento sostanzioso delle somme vinte all’estero dai nostri Trottatori.Negli ultimi dieci anni il fenomeno dei Cavalli Italiani impegnati all’estero è dilagato:-il numero delle Corse effettuate è passato da 186 nel 2005 a 3.371 nel 2013...
Perchè cancellare 31 Gran Premi di Gruppo 2 del Trotto? Si tratta di una operazione di cui non si comprende la necessità e neppure la strategia.Chi ha potuto suggerire al Mipaaf la cancellazione di 31 Gran Premi di Gruppo 2 tra cui molte delle corse storiche più antiche del mondo?Certamente nell'elenco degli attuali 48 Gruppi 2 ci sono anche corse che da qualche anno sono scadute molto di livello o...
Intervento di Enrico Tuci, presidente di Imprenditori Ippici Italiani, alla Commissione Agricoltura presso il Senato Mercoledì 17 Luglio 2013 Pubblichiamo il testo dell'intervento di Enrico Tuci, presidente di Imprenditori Ippici Italiani, durante i lavori della Commissione Agricoltura, presieduta da Roberto Formigoni, presso il Senato della Repubblica Mercoledì 17 Luglio 2013. Onorevole Presidente, il settore ippico sta morendo in mano ad un Ministero incapace di svolgere in...
prima riunione del nuovo Consiglio Direttivo di III Cari amici,desidero informarvi che lunedì mattina si è svolta la prima riunione del nuovo Consiglio Direttivo di III.Erano presenti tutti i Consiglieri: Botti GiuseppeBenini NicolaFarina FrancescoFerraris AlessandroParri MassimoTabone FrancescoToniatti RobertoTuci EnricoWalter Christian durante la riunione, a cui hanno assistiti anche i Soci...
Come recuperare le Iscrizioni ai Gran Premi pagate nel 2013 Si tratta dell'ennesima beffa a danno dei Proprietari.Provate ad immaginare quanti soldi sono stati pagati dalle Scuderie italiane (e non solo) per iscrivere i propri cavalli ai Gran Premi del 2013.I soldi delle iscrizioni dovrebbero essere, ovviamente, re-distribuiti subito ai cavalli arrivati a premio ma questo spesso non è...
La Filiera ippica è una eccellenza della produzione agricola italiana Mi capita di sentire spesso, specialmente la mattina alla Radio, gli interventi del Ministro Martina a favore delle eccellenze dell'agro-alimentare italiano, eccellenze che con Expo ha messo sapientemente in evidenza.Mi piace come, facendo leva su questi valori, si continua, con un encomiabile spirito, a lavorare cercando nuove sinergie,...
Comitato Lega Ippica Italiana - Subito mettere mano alla Riforma delle Scommesse: noi siamo pronti E' quanto mai attuale il tema della Riforma delle Scommesse in ambito ippico, non solo grazie alla Delega Fiscale che riformerà il settore con la nascita di Lega Ippica Italiana ma anche, per la prima volta nella storia, con la possibilità di un intervento immediato di ristrutturazione in base alle norme di legge contenute nel comma 650 della...
Rassegna Stalloni Napoleon – la certezza di un mix del miglior sangue americano E’ disponibile ormai da molti anni in Italia questo interessante e qualitativo Stallone al 100% di sangue americano, dal perfetto modello, che trasmette sempre ai suoi eredi una bellissima struttura ed un carattere eccezionale. Napoleon è una garanzia di ottimi risultati in pista con altissime percentuali di debutti e tanti cavalli buoni. Il...
Rassegna Stalloni Trotto 2015 Leben Rl La nostra presentazione per la stagione di monta 2015 continua con gli Stalloni nati in Italia gestiti dai nostri Soci. Leben Rl, oltre che per l'ottima carriera da anziano che lo ha visto primeggiare a livello continentale, è interessante per l’eccellente paternità Supergill incrociata sul grandissimo Sharif di Iesolo. Vista la tipologia di...
Da ASCOFARVE al MIPAAF Alla luce della pesantissima crisi che sta attraversando l'ippica nazionale, la scrivente Associazione intende esprimere la sua viva preoccupazione per l'andamento dell'intero comparto che si ripercuote, con conseguenze molto gravi, anche sulla categoria dei distributori all'ingrosso di farmaci veterinari.
Rassegna Stalloni Trotto 2015 - Merckx Ok Proseguiamo con la presentazione degli Stalloni nati in Italia gestiti dai nostri Soci. Merckx Ok si propone come un interessante continuatore del mitico Pine Chip e, in linea materna, porta il sangue del fondamentale Valley Victory e di Super Bowl. Carriera:Merckx Ok debutta nel luglio dei due anni con 5 vittorie consecutive tra cui il Gp....
Quando l’IVA diventa un problema Tra i nostri Soci abbiamo alcune tra le più importanti Scuderie del galoppo e del trotto e spesso siamo portati a trattare l'argomento IVA.Abbiamo registrato negli ultimi mesi il fenomeno delle Scuderie con IVA di piccola/media dimensione che, oltre a ridimensionarsi, rinunciano al regime IVA preferendo passare al 4% ed è superfluo spiegare le...
Allevamento Trotto: premi allevatori all’estero nuovamente ignorati dal Mipaaf Si tratta di una delle innumerevoli mancanze dell'attuale sistema, una lacuna che penalizza gli Allevatori che, più degli altri, hanno prodotto qualità.I migliori Cavalli italiani corrono all'estero e, salvo piazzamenti in corse di altissimo livello, gli Allevatori non percepiscono assolutamente niente. Contemporaneamente cavalli meno importanti...
Comunicato 17 novembre 2015 - L'importanza di essere uniti Con il Comunicato di oggi intendiamo sottolineare l'importanza di quanto è avvenuto in questi giorni:Tutte le componenti del settore ippico italiano, indignate per il comportamento del Governo, preoccupate per l'ennesimo taglio delle risorse, per l'inaccettabile gestione del Mipaaf e per il destino delle proprie famiglie, delle proprie aziende e...
Atto Costitutivo Imprenditori Ippici Italiani E' stata costituita a Milano, il 19 Febbraio 2013, l'Associazione Imprenditori Ippici Italiani, un organo finalizzato all'integrazione di tutti gli imprenditori che, a diversi livelli, operano nel comparto ippico, con l'obiettivo primario di esercitare una rappresentanza forte e coesa in sede istituzionale e mediatica.
Rimborso Iscrizioni ed Entrate Gran Premi Come spesso succede, nell'ippica targata Mipaaf, tanti bei discorsi ma pochi fatti. Al momento la procedura per il rimborso delle Iscrizioni dei Gran Premi degli ultimi 2 anni appare ancora molto confusa e non ancora minimamente iniziata. Poco meno di 3 milioni di Euro, che i Proprietari hanno dovuto sborsare al Tesoro dello Stato per poter...
Finalmente fatti concreti Oggi vogliamo, finalmente, ringraziare chi si è operato per risolvere una situazione gravissima che avrebbe compromesso seriamente l'intero comparto del galoppo.Ieri pomeriggio, a pochi giorni dal termine perentorio stabilito dal Comitato Europeo Pattern, sono state pagate le pendenze con le Scuderie estere che aspettavano da 15 mesi quanto...
La lettera inviata al Presidente del Consiglio: il settore ippico italiano muore per incapacità del gestore Illustre Presidente del Consiglio, Pregiatissimi Ministri, Sottosegretari e Presidenti delle Commissioni Parlamentari, il comparto ippico italiano occupa direttamente 9.000 persone e movimenta poco più di un miliardo di Euro, di questi 500 milioni nell'ambito della filiera agricola e circa 600 milioni nella raccolta del gioco sulle Corse dei...
Rassegna Puledri italiani-Clapton Treb   Sarà presentato con il n.108 lunedì 9 settembre nella sezione selezionata delle Aste ITS di Busto Arsizio http://www.its-aste.com/ Clapton Treb nasce dal sire americano TRIXTON, vincitore dell’Hambletonian 2014, uno dei più attesi eredi di Muscle Hill, leader incontrastato negli States e ormai anche in Europa, seppur in accesa...
Rassegna Stalloni Italiani 2019 Varenne: il Re degli Stalloni Italiani Varenne è il Re degli Stalloni italiani, non ha bisogno di pubblicità.Varenne genera Campioni, sono i numeri a confermarcelo!Se andiamo ad analizzare le performance delle prime 11 generazioni prodotte da Varenne, ad esempio dal 2004 al 2014, possiamo verificare l’altissimo livello di tanti dei suoi figli.In questi primi 11 anni di attività...
UNIRE TV: ben venga una pubblicazione di tutte le Convenzioni Martedì scorso abbiamo scoperto una TV ippica dedita ad un giornalismo di inchiesta che ci ha veramente sorpreso e ci ha ancor più stupito la replica di poche ore fa di Unire TV.Non credevamo ai nostri occhi quando abbiamo letto che "UNIRE TV è sempre pronta a dare la possibilità a tutti i protagonisti del mondo ippico di poter esprime la...
Dalla parte dei Cavalli – Sesta puntata Vi invitiamo a seguire la sesta puntata della nostra trasmissione TV Conduce Vieri Berti Ospiti in studio:FEDERICO CORTESI presidente Club Toscana GentlemanGERMANO DI CORINTO membro Commissione Tutela Salute e Benessere del Cavallo e Direttore veterinario di Scuola Ippica Italiana Intervento di:ANTONIO VIANI portavoce Ihra La registrazione...