cerca nel sito

Iscriviti alla Ns newsletter per rimanere sempre aggiornato

Intervento di Enrico Tuci Convegno "Ippica Futura" Napoli

Credo sia inutile esprimere per l'ennesima volta il disagio a cui, noi ippici, siamo stati costretti negli ultimi anni.
La domanda che pongo a tutte le componenti del settore è molto semplice: "Intendete continuare a lavorare ed investire in un sistema di questo tipo?".
Io sono qui, delegato dalle più importanti Aziende del settore, del trotto e del galoppo, e rappresento anche tutte quelle piccole Aziende che, come la mia, hanno 5/6 fattrici, se sono allevatori, oppure 4/5, 10 cavalli se sono Proprietari.
Tutti quanti noi vogliamo il cambiamento e vogliamo fortemente rilanciare questo settore, che ha delle potenzialità enormi.


Da ormai quasi due anni stiamo lavorando su un progetto di Riforma che metta in primo piano l'esigenza di tornare ad un ambiente sano, dove la legalità, la trasparenza, la correttezza e la meritocrazia siano alla base di tutto, e questo, secondo me, è ancor più importante dell'aspetto economico.
Ma, di fatto, economia e legalità vanno a braccetto, e senza il rispetto della legalità qualsiasi iniziativa non potrà avere nessun valore commerciale.
Le Aziende hanno detto basta! Basta ad un sistema in cui non ci sono regole e nessuna possibilità di programmazione! Credo che tutti siano d'accordo che questa non è l'ippica che vogliamo, questa non è l'ippica che ci dà soddisfazione, questa è un ippica senza futuro, per noi e per i nostri figli.
Il modello che noi proponiamo prevede una entità composta dai migliori imprenditori del settore che si facciano carico della gestione dell'ippica sotto il controllo dello Stato.
Occorrerà stabilire dei requisiti, di serietà e di imprenditorialità, con i quali sarà identificata una ampia base di imprenditori, che devono essere i migliori del settore, che si facciano carico di gestire e di governare il settore.
Questo non deve escludere nessuno, perché tutti saranno affiliati, ma, attraverso libere elezioni, dovrà emergere un gruppo di persone che abbiano una visione imprenditoriale che consenta al settore di essere gestito come una Azienda. Una Azienda che vuole crescere e produrre un benessere diffuso per tutta la filiera.
Le associazioni, lo dico con fermezza, saranno fondamentali perché dovranno avere un ruolo di stimolo e di controllo sull'operato della Governance e, soprattutto, dovranno comporre gli Enti Tecnici.
Per fare chiarezza: il nostro progetto si è, da sempre, chiamato Lega Ippica Italiana nella proposta fatta attraverso il PD e si è da sempre chiamato Unione Ippica Italiana in quella portata avanti dal PDL. Per capirci, in questo momento sto utilizzando il nome Lega Ippica Italiana perché, di fatto, è quello attualmente riportato nell'art. 14 della Delega Fiscale.
Fortunatamente molti di noi hanno recentemente partecipato e toccato con mano i sistemi ippici degli altri paesi europei, in particolare quelli del trotto sono stati spesso a correre in Svezia, in Francia ed in altri paesi che ci hanno dimostrato come potremmo essere.
Voi credete che possa esistere una Ippica italiana diversa da quello che abbiamo visto in questi paesi?
Lo sapete che in tutti i Paesi del mondo esistono delle Società a carattere privatistico, composte da ippici, che gestiscono il settore, la giustizia, l'antidoping e tutto il resto mentre solo in Italia esiste l'Ippica totalmente in mano allo Stato?
Cinque anni fa era stato redatto un Piano, il famoso Piano Zaia, che, se fosse stato attuato, probabilmente oggi non saremmo qui in queste condizioni! Purtroppo i nostri rappresentanti, allora, si accontentarono di prendere solo i soldi della legge 185, la bellezza di 150 milioni all'anno, e la riforma fu dimenticata, dagli ippici e dalla politica. Questa volta non deve succedere la stessa cosa, questa volta la Riforma la vogliamo, questa volta la Riforma la faremo!
Lo Stato ha deciso di portare avanti una Riforma con la quale il settore sarà privatizzato e le Aziende, tutte le aziende, quelle piccole e quelle grandi, dal nord al sud, vogliono una Riforma forte che porti ad un taglio netto col passato e, a mio avviso, sarà bene che le persone che condurranno l'Ippica del domani siano assolutamente in linea coi principi della Riforma.
Voglio in particolare ringraziare Gaet, che ci ha sempre consentito di esprimere le nostre intenzioni e le nostre visioni, possibilità che purtroppo non ci è stata concessa in altre situazioni.

Ma veniamo alle soluzioni:

Giunti al punto in cui siamo, produrre le risorse necessarie sarà la vera sfida.
Se andiamo ad analizzare le entrate del settore possiamo facilmente vedere che le scommesse ippiche sono state boicottate, trascurate, ammazzate dall'incuria e, forse, anche da chi aveva altri interessi. Bisognerà però ripartire da queste.
Ma per vendere qualsiasi prodotto bisogna che il prodotto sia attraente.
Il nostro prodotto è la Corsa dei Cavalli e tutto quello che avviene poco prima e poco dopo.
In Italia il pubblico ha una pessima stima del nostro settore, bisogna invertire la tendenza e per questo serve una grande disciplina. Siete pronti a questa?
Per tornare ad avere corse belle e pulite servono regole chiare e chi non le rispetterà andrà fuori dal sistema.
Per questo motivo è assolutamente necessario che la giustizia sportiva e la disciplina siano nelle mani di Lega Ippica Italiana, esattamente come in tutti i paesi del mondo ed in tutte le Federazioni sportive del mondo.
Per questo serve il vincolo di giustizia e la clausola compromissoria. E, a tal proposito, vorrei specificare, perché su questo tema si sono dette cose che non corrispondono al vero, che la clausola compromissoria non significa il dover rinunciare al diritto alla difesa, ma l'impegno a farsi giudicare dalla giustizia sportiva accettandone, dopo i vari gradi di giudizio, la sentenza definitiva
La legge, poi, dovrà dare a Lega Ippica Italiana ampia possibilità di intervento sulla proposta delle scommesse ippiche, altrimenti non potremo mai raggiungere l'autonomia finanziaria, che è il nostro obiettivo nel giro di 3 o di 5 anni al massimo.
Mentre si tenta un rilancio delle scommesse, potranno esserci altre entrate aggiuntive che consentano il rilancio?
Certamente! Dovranno esserci!
Lo Stato dovrà mantenere gli impegni esistenti, e mi riferisco in particolare alla legge 185, che compensava tutti i soprusi che il settore ha subìto negli anni. Non saranno le cifre sostanziose degli anni passati, ma questo ci spetta e guai a chi ce lo tocca!
Ma dobbiamo anche sfruttare il fermento che sta avvenendo nel settore dei Giochi. Abbiamo infatti una grande potenzialità, la legge delega ci consente di avere un grosso vantaggio dalla raccolta di qualsiasi gioco negli ippodromi.
Già oggi molti ippodromi sono aperti tutti i giorni e raccolgono scommesse ippiche e sportive, molti di questi hanno già aree adibite a slot machines o Vlt, due dispongono anche di una sala bingo, situazioni che, al momento, non portano un centesimo all'ippica. Purtroppo sono partite anche le Corse virtuali e anche queste non stanno portando un centesimo all'ippica, pur sfruttandone i canali di vendita e l'immagine.
Gli ippodromi italiani, con la nostra Riforma, otterrebbero lo status di "punto privilegiato degno di tutela pubblicistica" che si manifesterebbe nel rapporto economico tra l'ippodromo ed AAMS e che riconoscerebbe a Lega Ippica Italiana una forte remunerazione delle imposte raccolte su tutti giochi commercializzati in ippodromo con il vincolo di destinarli al montepremi e alla manutenzione degli ippodromi stessi.
Dalle corse virtuali, invece, arriverebbe al settore il 50% del prelievo erariale.
Voglio parlarvi ancora delle Società di Corse: noi abbiamo collaborato e stiamo collaborando con molte delle più importanti e ci auspichiamo di interagire, il prima possibile, con tutte le altre, tutte, sì, proprio tutte, perché il ruolo delle Società di Corse è basilare.
E tutti gli ippodromi devono avere un ruolo! Ma sia chiaro che questo ruolo se lo dovranno inventare, se lo dovranno costruire, perché le risorse, in Italia, per mantenere 40 ippodromi in maniera assistenzialistica non ci sono e non ci saranno mai più!
Sarà fondamentale che tutti capiscano che le risorse dobbiamo produrcele e chi non porta risorse, chi non valorizza le nostre corse ed i nostri cavalli, chi non contribuisce a creare nuovi Proprietari, nuovi appassionati, nuovi scommettitori, non sarà premiato economicamente, indipendentemente dal fatto che sia piccolo o grande, in una grande città o in provincia...
Noi ippici la meritocrazia la applichiamo già, se il cavallo non arriva al palo non prendiamo nessun premio, e la stessa cosa succederà per le Società di Corse: niente pubblico, niente eventi, niente spettacolo, niente servizi = niente soldi!
Ma abbiamo una emergenza ancor più impellente di quella economica e di quella organizzativa: dobbiamo, da subito, salvare e rilanciare il ruolo dell'allevamento e del Proprietario ed il valore del cavallo da corsa.
Se non interveniamo subito su queste leve il settore morirà per mancanza di puledri, di cavalli da corsa e di Proprietari.
Da subito serve un intervento strutturale sull'allevamento, che non tolga risorse al Montepremi, ed una forte azione che metta il ruolo del Proprietario al centro di tutto, Primo Attore protagonista, ed organizzare un sistema di pagamenti dei Premi che tuteli non solo il Proprietario ma anche l'allenatore, il driver, il veterinario, il trasportatore e tutta quanta la filiera.
In tutti i Paesi del mondo l'ippica è in buona parte finanziata dal Proprietariato. In Francia, per fare un esempio, i Proprietari lasciano nel sistema 80 milioni all'anno!
Per capirci, spendono 600 milioni e prendono 520 milioni di Montepremi.
Per cui, dove andiamo senza Proprietari?
E come faremo a generarli se non stendiamo loro tappeti rossi?
Dal punto di vista sportivo, per la valorizzazione del ruolo del Proprietario, dovremo aprirci a tutto il mondo del Cavallo e si dovrà spingere su una forte internazionalizzazione del sistema......
L'ultima cosa che voglio dirvi è questa: Sarà dura, molta dura.
La Riforma dovremo costruircela e difenderla, ogni giorno, sarà durissima, ma "Non abbiate paura del nuovo, piuttosto abbiate paura del vecchio...".

Enrico Tuci
Imprenditori Ippici Italiani

Convegno Ippica Futura
Napoli, 24 febbraio 2014

Rassegna Stalloni Italiani 2021 Axl Rose: una novità sulle orme di Love You Axl Rose si presenta come una interessantissima novità per gli allevatori italiani, uno Stallone Italiano estremamente qualitativo, il più importante della generazione assieme ad Alrajah One, che si appresta ad iniziare la sua prima stagione di monta.
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Vivid Wise As: ancora una vittoria importante Fin dal suo esordio Vivid Wise As si impose come leader assoluto della sua generazione in Italia e la sua straordinaria carriera internazionale certamente non ha poi deluso le attese.
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Tony Gio: potenza, carattere e precocità Col debutto in razza di Tony Gio gli allevatori italiani hanno a disposizione uno dei più validi figli di Varenne, sicuramente uno di quelli che ha dimostrato più coraggio e più potenza. Tony Gio offre un corredo genetico di primissimo livello, una genealogia regale anche in virtù della grande...
Rassegna Stalloni 2021 Adrian Chip: un americano per l’allevamento italiano L’americano Adrian Chip arriva in Europa dopo una carriera giovanile di altissimo livello negli States dove a 2 anni è secondo nella Matron Stakes Final e terzo nella Breeder’s Crown mentre a 3 anni è secondo nell’Hambletonian e nel World Trotting Derby e terzo nello Yonkers Trot. In Europa...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Nesta Effe, il Principe biondo     Nesta Effe si presenta alla sua sesta stagione di monta vantando tra i suoi prodotti un prima serie come Bubble Effe, 1.12.2 ed Euro 136.000, protagonista della stagione classica dei 3 anni e Bomber di No 1.12.9 ed Euro 39.000.   Il pedigree di Nesta Effe ci propone...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Rotary Ok, potenza e affidabilità di stampo americano, e che sangue!   Per gli allevatori in cerca di uno stallone affidabile certamente la linea maschile di Garland Lobell, attraverso i tre figli di Amour Angus (Andover Hall, Conway Hall e Angus Hall)  è quella che da sempre offre stalloni importanti che non deluderanno le aspettative.  
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Vitruvio: la classe non è acqua Vitruvio offre agli allevatori italiani una delle migliori soluzioni di continuità della pregiata e solidissima linea del top Sire Andover Hall. Vitruvio infatti nasce dall’americano Adrian Chip il quale, dopo una brillante carriera giovanile negli States, dove è secondo nell’Hambletonian e nel World Trotting...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Victor Gio, un “italo-americano” figlio di Ready Cash La stagione di monta 2021 sembra essere quella decisiva per questo Stallone italiano che si presenta alla sua quarta annata molto “chiacchierato” soprattutto per come si sono presentati, nei primi mesi di doma e di attacchi, i 42 figli della sua prima produzione quella della lettera “D” Niente di sorprendente, Victor Gio nasce talmente alla...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Remo Gas, perché i figli di Varenne sono grandi stalloni! Anche per il 2021 sono aperte le selezioni per l’assegnazione delle monte gratuite destinate a 50 fattrici di ottima genealogia di questo bellissimo erede di Varenne. Remo Gas è stato uno dei più importanti figli del Sire italiano, uno di quelli che ha lasciato veramente il segno dimostrando di essere un Trottatore precoce, consistente e...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Nad al Sheba: ancora una volta stallone leader Nad al Sheba è ormai da considerarsi una eccellenza, oltretutto disponibile in Italia, che un allevatore non può non prendere in seria considerazione. Nad al Sheba, leader in Italia per risultati in pista, si è ormai affermato come uno degli Stalloni Italiani più interessanti per il rapporto qualità/prezzo e per un progetto allevatoriale che...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Varenne: una garanzia per un prodotto di altissimo livello Gli allevatori italiani hanno il privilegio di avere a disposizione uno stallone estremamente qualitativo, e ormai affermatissimo, che si appresta ad iniziare la sua 18° stagione di monta. Analizzando le performance dei 1455 figli di Varenne nati dal 2004 al 2016 troviamo ben 9 Campioni con record inferiore a 1.10:
Lettera al Ministro Bellanova - L’IPPICA SOTTO IL CONI significa un altro passo verso la morte L’IPPICA SOTTO IL CONI significa un altro passo verso la morte: richiesta di incontro urgente Restiamo allibiti nell’apprendere che il Mipaaf ha richiesto e sostenuto il trasferimento delle proprie funzioni di gestione del settore ippico al CONI. Ribadiamo che si tratta di un errore grossolano che, oltre a dividere in due il comparto, lo...
Imprenditori Ippici Italiani esprime forte preoccupazione per il proseguimento delle attività del settore Le Aziende appartenenti a questa associazione sentono la impellente necessità di segnalare 3 gravi disfunzioni che mettono a serio rischio la prosecuzione dell’attività ippica:1 - esattamente come per gli anni trascorsi, gli ippodromi si vedono costretti a non accettare i partenti a causa della mancanza di regolari contratti relativi al 2020. Il...
Rassegna PULEDRI Scuderia Gardesana www.gardesana.it Scuderia Gardesana è un allevamento storico, da decenni alla ribalta nella scena internazionale i cui puledri negli ultimi anni si stanno affermando in maniera straordinaria in coerenza con la tradizione che lo vede da sempre vincente.La produzione del 2019, lettera D, propone un livello qualitativo molto alto e linee interessanti che strizzano...
Rassegna Stalloni Italiani 2020 Scegliamo Stalloni Italiani, abbiamo a portata di mano la solidità di Ghiaccio del Nord Ghiaccio del Nord si sta affermando come uno dei più solidi Stalloni Italiani. Non poteva essere altrimenti se si considera che si tratta di un cavallo vincitore di 18 Gran Premi e piazzato in altrettanti. Ghiaccio del Nord, per 5 anni consecutivi, si è cimentato a livello internazionale dimostrandosi sempre altamente competitivo, concreto e...
Mipaaf unico responsabile del perdurare della gravissima situazione del comparto ippico italiano Con le parole di certi politici poi ci si trova al fallimento e questo avviene ormai da troppi anni nel settore ippico. Sono ancora ben impresse nelle nostre teste le parole di estremo conforto e di ottimismo espresse in più occasioni dall'Ex Ministro De Girolamo e dal Sottosegretario Castiglione. Parole che poi si sono dimostrate totalmente non...
Programmazione Trotto 2017 A seguito della riunione tecnica sulla Programmazione Trotto 2017 svoltasi lo scorso 6 Ottobre al Mipaaf, la nostra Associazione ha inviato il 18 Ottobre scorso le nostre richieste al riguardo.Questa Associazione, durante l’incontro, ha più volte sollecitato interventi volti a ridurre l’emorragia che oggi sta portando ad un ulteriore calo della...
Non abbiamo più tempo per aspettare Visto il perdurare della gravissima situazione, ascoltate le voci di centinaia di ippici di ogni regione italiana che non riescono più a sostenere i costi della sopravvivenza delle proprie famiglie, dei propri dipendenti  e, soprattutto, dei propri cavalli.Preso atto che:- non stanno arrivando i pagamenti delle nostre spettanze e che...
Lettera al nuovo Ministro De Girolamo Onorevole Ministro Nunzia De Girolamo, volevo parlare di ippica... ora e' lei il Ministro competente... le volevo parlare dell'ippica quella vera .. quella che muove la passione degli uomini per l'amore di un animale che oggi ha dovuto modificare il suo modo di esistere per sopravvivere perchè non piu' utilizzato per arare i campi ma bensì e'...
Montepremi Trotto al Nord Ovest: questi sono numeri e non discorsi In questi giorni si parla anche di calendario, bene, allora oggi trattiamo della questione della distribuzione del montepremi nell'area di Milano e Torino, il cosiddetto Nord Ovest, nei prossimi giorni tratteremo di altre aree geografiche penalizzate.E' noto a tutti che Milano San Siro, il nostro più importante ippodromo del Trotto a livello...
Rassegna Stalloni Italiani 2019 Twister Bi – La novità col fascino dell’incrocio Varenne/Lemon Dra E’ disponibile, commercializzato da Allevamenti Toniatti, il seme di uno Stallone Italiano che il mondo ci invidia, un Cavallo che da anziano ha avuto la forza di andare negli States a stravincere l’International Trot, un Campione che ha vinto la bellezza di 930.000 Euro stabilendo il record di 1.08.4 nella mitica corsa in cui tre cavalli:...
Chi trattiene le Iscrizioni Si tratta dell'ennesima beffa a carico dei Proprietari. Provate ad immaginare quanti soldi sono stati pagati dalle Scuderie italiane per iscrivere i propri cavalli alle Corse ordinarie e, soprattutto, ai Gran Premi.I soldi delle iscrizioni dovrebbero essere, ovviamente, re-distribuiti subito ai cavalli arrivati a premio ma questo non è...
Allevamento italiano del Purosangue: Il Mipaaf è il responsabile di scelte scellerate che ne stanno provocando la morte. Occorre intervenire subito ripristinando il premio aggiunto e mantenendo le risorse a disposizione Con questa abbiamo toccato il fondo, adesso basta!La nostra è una denuncia che vuol mettere in evidenza la scelta di un Dirigente incompetente che inconsapevolmente porterà alla chiusura del comparto.Il Ministro deve intervenire immediatamente e rivedere subito le scellerate decisioni prese senza consultare la Filiera. E' inaccettabile che il...
Bruxelles inserisce l'ippica tra le attività finanziabili E' di ieri la conferma da parte dell' On. Angelilli, Vice Presidente del Parlamento europeo, che la Commissione europea ha risposto positivamente alla richiesta di inserimento della filiera ippica italiana tra le attività finanziabili attraverso il cofinanziamento regionale.E' infatti arrivata la risposta alle 2 interrogazioni presentate...
Moralizzazione ed Etica applicata al settore Ippico Spesso, nel nostro settore, assistiamo a comportamenti deprecabili che ormai a molti potranno erroneamente sembrare normali ma che ciascuno di noi, nell'ambito della propria coscienza, capisce chiaramente quanto sono deleteri e quanto danneggino gravemente il settore stesso.Uno dei pilastri della riforma ippica, già Legge dello Stato, è...
Corse delle Stelle? Quali stelle? Forse qualcuno confonde l'autocelebrazione con la promozione del settore. Saremmo i primi a concedere cavalli e visibilità a qualcuno che, immediatamente sceso dal sulky, intervenisse su un canale televisivo nazionale, o in qualche intervista su quotidiani di grande tiratura, per esprimere l'emozione che si prova a guidare un cavallo da corsa,...
Aggiornamento situazione Pagamenti - dicembre 2016 Scuderie al 4% - Pagamenti a macchia di leopardoSeppur senza alcuna logica temporale gli operatori stanno ricevendo i Premi dei mesi di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre per cui assistiamo ad un discreto recupero.L’Ufficio UCB, a seguito delle forti pressioni messe in atto nei mesi scorsi, si è organizzato utilizzando più personale ed ha quindi...
Rassegna Stalloni Italiani 2019 Pace del Rio: un figlio di Varenne di una solidità impressionante Pace del Rio si presenta come un cavallo morfologicamente perfetto, statuario, di una bellezza rara, atletico e qualitativo.In pista possedeva un parziale travolgente con cui aggrediva gli avversari con una cattiveria unica, dote che si auspica possa trasmettere ai propri figli assieme alla sua morfologia.Pace del Rio ha dimostrato un...
Lettera aperta al Dott. Sandi Egregio Dott. Sandi,abbiamo avuto modo di vedere pubblicata una lettera di Società Trenno s.r.l., senza alcuna firma, che scredita la nostra associazione e attacca personalmente la mia modestissima figura.Inoltre, nei suoi numerosi recenti interventi, ha più volte usato la definizione di "camiciaio" alludendo con sarcasmo alla mia persona. In...
Grande Steeple di Roma Apertura ore 12 - Inizio convegno ore 14.30 –Domenica 1° giugno primi grandi appuntamenti della stagione meranese: è il momento della sesta edizione della Gran Siepi d'Italia (60 mila euro in palio) e del 125°Grande Steeple-Chase di Roma la corsa in ostacoli più antica d'Italia, ereditato quest'ultimo dall'impianto capitolino dopo la sua...
considerazioni sulla risposta del Mipaaf alla interpellanza dell’ On. Fanucci Ieri alla Camera, grazie all'encomiabile impegno del giovane On. Edoardo Fanucci, a cui facciamo i nostri più sentiti complimenti, abbiamo potuto, finalmente, ascoltare un elemento del Governo, in questo caso il Sottosegretario On. Giuseppe Castiglione, in merito alla gravissima situazione del settore e agli interventi che questo Governo intende...
Iscrizioni ai Gran Premi: un Premio fatto diventare una Tassa Si stimano in circa 3 milioni di Euro gli importi versati dalle Scuderie, a titolo di Iscrizione, per partecipare ai Gran Premi del 2013 e del 2014.Come noto in tutto il mondo questi soldi vanno ripartiti ai piazzati delle corse in questione e andrebbero anche elargiti nel giro di soli pochi giorni. Mi sembra chiaro che si tratta di denaro...
Sostegno da AISA a III Vi informiamo che abbiamo provveduto tramite la nostra Federazione di appartenenza, Federchimica, ad inviare una lettera alle Autorità competenti, che sarà nostra cura inoltrarvi il prima possibile, dove evidenziamo la nostra forte preoccupazione per le sorti dell'intero settore.
Riforma: "Sollecitare il Governo a fare in fretta" Ringraziamo l'on. Edoardo Fanucci, Salvatore Mattii ed i parlamentari intervenuti ieri alla riunione informale opportunamente organizzata per fare il punto sulla Riforma del settore e per "stimolare il Governo nella realizzazione di quello che deve fare" come auspicato da Fanucci.Ma prima di parlare di Riforma, giustamente, non potevano mancare...
Lega Ippica Italiana: Un altro passo avanti La politica, con la quale stiamo collaborando ormai da oltre un anno, sta portando avanti il grande lavoro relativo alla Delega Fiscale, all'interno della quale, all'articolo 14, si parla anche di ippica e di costituzione di Lega Ippica Italiana. Ebbene, nella giornata di ieri, mercoledì 25 settembre, dopo aver superato l'esame delle Commissioni...
AVCP ha accolto la nostra diffida sul Bando per la TV Ippica L'Avcp (Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici) ha accolto l'esposto diffida di Francesco Farina, uno dei soci fondatori di Imprenditori Ippici Italiani, e chiede agli interessati una relazione dettagliata per verificare il regolare svolgimento del bando da 60 milioni di euro che ASSI avrebbe aggiudicato a Teleippica.Finalmente i nostri...
Comitato Lega Ippica Italiana e AGIT sottoscrivono un accordo e si pongono obiettivi comuni A poco più di un anno dal precedente accordo ed alla vigilia della definizione della Riforma del settore che porterà a breve alla costituzione di Lega Ippica Italiana i rappresentanti di AGIT, Associazione degli Allenatori e Guidatori del Trotto, e del Comitato Lega Ippica Italiana hanno sottoscritto un accordo per il raggiungimento dei seguenti...
Rassegna Stalloni Trotto 2015 - Equinox Bi Proseguiamo con la presentazione degli Stalloni nati in Italia gestiti dai nostri Soci. Equinox Bi è senza dubbio il più importante continuatore della linea Speedy Crown/Speedy Somolli che abbiamo in Italia, oltretutto si tratta della linea del fondamentale Valley Victory, non dimentichiamo infatti che Equinox Bi è figlio del fratello pieno di...
Lega Ippica Italiana - IL FINE ED IL MEZZO In questi ultimi giorni, dopo la mancata approvazione del Decreto Giochi che conteneva anche la parte riguardante l'ippica che avrebbe promosso l'istituzione di LEGA IPPICA ITALIANA e le avrebbe affidato la gestione del settore, abbiamo assistito a dichiarazioni prive di ogni fondamento che, con toni in alcuni casi oltre le righe, innalzavano il...