cerca nel sito

Iscriviti alla Ns newsletter per rimanere sempre aggiornato

Lo Stato debitore che affossa l'ippica italiana

L'articolo pubblicato su Leoni Blog - la testata on line dell'Istiotuto Bruno Leoni diretta da Oscar Giannino

Quello dell’ippica è un settore che interessa a pochi in Italia. Così non è per i paesi anglosassoni, o per altri paesi come Francia e Svezia, dove invece questo sport è tenuto in grande considerazione e non conosce crisi.

Quanto lo scarso appeal di questa disciplina sul pubblico italiano sia dovuto a fattori socio culturali, e quanto invece sia il risultato delle oggettive difficoltà di gestione che hanno sempre caratterizzato il comparto, non è argomento di facile soluzione, un dato è che della filiera fanno parte a vario titolo circa 50mila famiglie che ad oggi sono in grave difficoltà.

La tragica situazione in cui versa il settore (senza esagerazioni, visto che anche questo comparto conta i suoi morti “per crisi”) è emblematica di uno Stato che riduce sempre più spesso il cittadino alla condizione di suddito. In un “Sistema Italia” che non è mai stato in grado di “fare sistema”, pur potendo vantare innumerevoli eccellenze, molte delle quali, proprio per la mancanza di una “rete” di difesa contro le ingerenze dello Stato, sono al collasso. Una di queste, appunto, è l’ippica (un esempio su tutti, Varenne, il trottatore che ha frantumato tutti i record, è italiano).

La vicenda, in breve, è questa:

Dopo l’abolizione dell’ente (statale) adibito alla gestione del comparto: l’UNIRE, a causa dei buchi di bilancio causati da una gestione poco trasparente e per nulla meritocratica (per usare un eufemismo); lo Stato ha trasferito le competenze gestionali ad un altro ente, l’ASSI, anch’esso abolito e fatto confluire nel mare magnum del MPAAF (Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali). A questo punto, i problemi burocratici e giuridici diventano enormi, con il risultato che il comparto vanta crediti nei confronti dello Stato per oltre 110 milioni di euro: crediti che sono in continuo aumento a causa di uno stallo nell’emissione dei premi in denaro che spettano ai vincitori delle corse dal settembre 2012.

Le corse ippiche sono il risultato di una piramide produttiva che ha come base l’allevamento di circa 3500 cavalli all’anno (erano 6000 fino a qualche anno fa) nati e cresciuti su territori adibiti al pascolo; passa attraverso la trasformazione dei cavalli in atleti, effettuata in centri di allenamento privati o all’interno di ippodromi; arriva a compimento negli ippodromi, con la prestazione agonistica e la scommessa: il tutto creando un enorme indotto per la fornitura dei servizi connessi.

Con il DL 449/99, si è riformata l’UNIRE e contemporaneamente si è aperto il mercato alle scommesse sportive e a tutti i tipi di giochi.

A fronte dell’improvvisa apertura, i concessionari di scommesse hanno utilizzato la rete ippica di raccolta scommesse (creata e pagata dal settore) per vendere gli altri prodotti, senza riconoscere alcun indennizzo.

È stato indetto un bando di concorso internazionale per l’apertura di nuovi punti vendita (agenzie ippiche e sportive), da attribuirsi col sistema dei minimi garantiti. L’assegnazione del bando doveva garantire un introito di circa 450.000 euro in 10 anni mai pagati dai concessionari al settore.

Nel corso degli anni, nel susseguirsi dei commissariamenti e con la scelta di modesti funzionari che la guidassero, l’UNIRE è stata spogliata di ogni capacità gestionale e tecnica, perdendo in autorevolezza e mancando totalmente al proprio ruolo di guida dell’ippica in Italia. Contemporaneamente, alcuni concessionari hanno approfittato della situazione per crearsi rendite di posizione o spingere verso decisioni che, se vantaggiose per l’affermazione degli altri giochi man mano introdotti (tra i quali dal 2006 le VLT), hanno avuto un impatto negativo sul settore, sancendo un’inesorabile diminuzione dell’interesse verso il prodotto corsa e la relativa scommessa. Il passaggio della gestione dei giochi all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato (AAMS), visto l’atteggiamento negativo di quest’ultima verso la scommessa ippica, sempre perdente nei confronti degli altri giochi e scommesse, ha portato a una drastica diminuzione del volume di gioco: circa il 15/20% ogni anno, in controtendenza rispetto agli altri giochi (nel 1996 il volume era di circa 3,4 miliardi di euro; nel 2012 non si sono raggiunti i 900 milioni).

I premi sulle corse, derivanti dalle quote sulle scommesse, sono il frutto del lavoro della filiera i cui meccanismi sono lasciati arrugginire da uno Stato che tuttavia non ne vuole perdere il controllo. Proprio questi premi sono da quasi un anno i crediti che il comparto vanta.

Purtroppo (soprattutto per i tanti allevamenti che hanno chiuso “per crediti”) il meccanismo si è inceppato nella burocrazia farraginosa e ancora legata a schemi vecchi e poco flessibili.

Uno dei più grossi problemi riscontrati dal Ministero è, incredibilmente, il saldo delle fatture: quelle scuderie creditrici che hanno emesso regolare fattura si sono viste rigettare le stesse più volte poiché non conformi ai “canoni” del sistema, con il risultato che ad oggi gli operatori brancolano nel buio anche per ciò che riguarda la banale compilazione di una ricevuta.

Questo riguarda però solo il pagamento dei crediti di gennaio e febbraio 2013. Per quelli del 2012 infatti manca del tutto la copertura finanziaria: i soldi prodotti dal lavoro di privati sono fagocitati dalla Pubblica Amministrazione e qui si perdono per andare a coprire chissà quali buchi di bilancio.
Per i crediti vantati dal marzo 2013 la nebbia è ancora più fitta.

Di fronte a tutto questo non vengono fornite spiegazioni agli operatori, né tantomeno tempistiche certe, in un continuo rimpallo di responsabilità che è tipico di uno Stato iper-garantista con se stesso, ma decisamente meno con i propri cittadini.

Il paradosso più grande è il fatto che, nonostante la situazione debitoria da quasi un anno verso privati cittadini che ormai faticano a mantenere in piedi le attività, lo Stato continua la sua riscossione di tributi.

A questo punto, oltre ovviamente alla “conquista” dei crediti vantati, il comparto ippico, attraverso associazioni quali Imprenditori Ippici Italiani, che appoggiano il progetto di legge portato in parlamento da Lega Ippica Italiana, ha come obiettivo l’ottenimento di una gestione diretta del settore con una visione imprenditoriale e manageriale che la Pubblica Amministrazione dimostra continuamente di non avere. Oltre a dimostrare, purtroppo per tutti i cittadini, una totale inadeguatezza burocratica e giuridica rispetto ad un’economia globale che non “timbra il cartellino” alle tre del pomeriggio.

Damiana Conti

http://www.leoniblog.it/2013/07/04/lo-stato-debitore-che-affossa-lippica-italiana/

Rassegna Stalloni Italiani 2021 Axl Rose: una novità sulle orme di Love You Axl Rose si presenta come una interessantissima novità per gli allevatori italiani, uno Stallone Italiano estremamente qualitativo, il più importante della generazione assieme ad Alrajah One, che si appresta ad iniziare la sua prima stagione di monta.
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Vivid Wise As: ancora una vittoria importante Fin dal suo esordio Vivid Wise As si impose come leader assoluto della sua generazione in Italia e la sua straordinaria carriera internazionale certamente non ha poi deluso le attese.
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Tony Gio: potenza, carattere e precocità Col debutto in razza di Tony Gio gli allevatori italiani hanno a disposizione uno dei più validi figli di Varenne, sicuramente uno di quelli che ha dimostrato più coraggio e più potenza. Tony Gio offre un corredo genetico di primissimo livello, una genealogia regale anche in virtù della grande...
Rassegna Stalloni 2021 Adrian Chip: un americano per l’allevamento italiano L’americano Adrian Chip arriva in Europa dopo una carriera giovanile di altissimo livello negli States dove a 2 anni è secondo nella Matron Stakes Final e terzo nella Breeder’s Crown mentre a 3 anni è secondo nell’Hambletonian e nel World Trotting Derby e terzo nello Yonkers Trot. In Europa...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Nesta Effe, il Principe biondo     Nesta Effe si presenta alla sua sesta stagione di monta vantando tra i suoi prodotti un prima serie come Bubble Effe, 1.12.2 ed Euro 136.000, protagonista della stagione classica dei 3 anni e Bomber di No 1.12.9 ed Euro 39.000.   Il pedigree di Nesta Effe ci propone...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Rotary Ok, potenza e affidabilità di stampo americano, e che sangue!   Per gli allevatori in cerca di uno stallone affidabile certamente la linea maschile di Garland Lobell, attraverso i tre figli di Amour Angus (Andover Hall, Conway Hall e Angus Hall)  è quella che da sempre offre stalloni importanti che non deluderanno le aspettative.  
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Vitruvio: la classe non è acqua Vitruvio offre agli allevatori italiani una delle migliori soluzioni di continuità della pregiata e solidissima linea del top Sire Andover Hall. Vitruvio infatti nasce dall’americano Adrian Chip il quale, dopo una brillante carriera giovanile negli States, dove è secondo nell’Hambletonian e nel World Trotting...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Victor Gio, un “italo-americano” figlio di Ready Cash La stagione di monta 2021 sembra essere quella decisiva per questo Stallone italiano che si presenta alla sua quarta annata molto “chiacchierato” soprattutto per come si sono presentati, nei primi mesi di doma e di attacchi, i 42 figli della sua prima produzione quella della lettera “D” Niente di sorprendente, Victor Gio nasce talmente alla...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Remo Gas, perché i figli di Varenne sono grandi stalloni! Anche per il 2021 sono aperte le selezioni per l’assegnazione delle monte gratuite destinate a 50 fattrici di ottima genealogia di questo bellissimo erede di Varenne. Remo Gas è stato uno dei più importanti figli del Sire italiano, uno di quelli che ha lasciato veramente il segno dimostrando di essere un Trottatore precoce, consistente e...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Nad al Sheba: ancora una volta stallone leader Nad al Sheba è ormai da considerarsi una eccellenza, oltretutto disponibile in Italia, che un allevatore non può non prendere in seria considerazione. Nad al Sheba, leader in Italia per risultati in pista, si è ormai affermato come uno degli Stalloni Italiani più interessanti per il rapporto qualità/prezzo e per un progetto allevatoriale che...
Rassegna Stalloni Italiani 2021 Varenne: una garanzia per un prodotto di altissimo livello Gli allevatori italiani hanno il privilegio di avere a disposizione uno stallone estremamente qualitativo, e ormai affermatissimo, che si appresta ad iniziare la sua 18° stagione di monta. Analizzando le performance dei 1455 figli di Varenne nati dal 2004 al 2016 troviamo ben 9 Campioni con record inferiore a 1.10:
Lettera al Ministro Bellanova - L’IPPICA SOTTO IL CONI significa un altro passo verso la morte L’IPPICA SOTTO IL CONI significa un altro passo verso la morte: richiesta di incontro urgente Restiamo allibiti nell’apprendere che il Mipaaf ha richiesto e sostenuto il trasferimento delle proprie funzioni di gestione del settore ippico al CONI. Ribadiamo che si tratta di un errore grossolano che, oltre a dividere in due il comparto, lo...
Imprenditori Ippici Italiani esprime forte preoccupazione per il proseguimento delle attività del settore Le Aziende appartenenti a questa associazione sentono la impellente necessità di segnalare 3 gravi disfunzioni che mettono a serio rischio la prosecuzione dell’attività ippica:1 - esattamente come per gli anni trascorsi, gli ippodromi si vedono costretti a non accettare i partenti a causa della mancanza di regolari contratti relativi al 2020. Il...
Rassegna PULEDRI Scuderia Gardesana www.gardesana.it Scuderia Gardesana è un allevamento storico, da decenni alla ribalta nella scena internazionale i cui puledri negli ultimi anni si stanno affermando in maniera straordinaria in coerenza con la tradizione che lo vede da sempre vincente.La produzione del 2019, lettera D, propone un livello qualitativo molto alto e linee interessanti che strizzano...
Rassegna Stalloni Italiani 2020 Scegliamo Stalloni Italiani, abbiamo a portata di mano la solidità di Ghiaccio del Nord Ghiaccio del Nord si sta affermando come uno dei più solidi Stalloni Italiani. Non poteva essere altrimenti se si considera che si tratta di un cavallo vincitore di 18 Gran Premi e piazzato in altrettanti. Ghiaccio del Nord, per 5 anni consecutivi, si è cimentato a livello internazionale dimostrandosi sempre altamente competitivo, concreto e...
ANDARE AVANTI, A TESTA ALTA La testimonianza di un ex ALLENATORE del GALOPPO in Italia, uno dei tanti che se ne sono andati in Francia: Lavora come artiere a CHANTILLY, 30 chilometri da Parigi. Lì ci sono 180 CHILOMETRI di piste per cavalli da trotto e galoppo e 220 ippodromi in tutta la Francia; in ogni Bar si vede l'Ippica.Lavora onestamente e prende 1.700 al mese +...
Ne sentiremo la mancanza... Ciao Giulio! La dipartita di Giulio Andreotti ha toccato un po' tutti, e non solo in Italia. Il "Presidente" era conosciuto e apprezzato in tutto il mondo perché il suo ruolo nella politica internazionale, nel secolo scorso, fu fondamentale per il nostro Paese, ma anche per l'Europa tutta. Stimato e considerato anche negli Stati Uniti, Andreotti, sia nel...
Gestione ippica: mai un consuntivo. Con questi dirigenti non c’è mai niente di chiaro. Qualcuno nel settore conosce esattamente le risorse distribuite nel 2015 alle categorie? Mai è stato fornito un consuntivo e alla richiesta ci hanno sempre gentilmente indirizzato ad un altro ufficio e così avviene da diversi anni.La realtà è che un consuntivo non lo hanno neppure loro e comunque non lo renderebbero pubblico perché si...
Imprenditori Ippici Italiani esprime forte preoccupazione per il proseguimento delle attività del settore Le Aziende appartenenti a questa associazione sentono la impellente necessità di segnalare 3 gravi disfunzioni che mettono a serio rischio la prosecuzione dell’attività ippica:1 - esattamente come per gli anni trascorsi, gli ippodromi si vedono costretti a non accettare i partenti a causa della mancanza di regolari contratti relativi al 2020. Il...
chi sarà il nuovo pubblico degli ippodromi Ricevo dall'amica Dott.ssa Giordana Marcolini questa bellissima lettera che vi invito a leggere interamente.Il tema è l'amore ed i rispetto per il cavallo che sono valori fondamentali che non vanno certamente trascurati adesso che siamo in questa penosa situazione. Se perdiamo questi valori non avremo nessuna speranza per ripartire e avremo seri...
Jour de Galop: L'Italia prova ad uscire dalla crisi con Lega Ippica Italiana Così la testata francese Jour de Galop parla del tentativo del settore ippico italiano di risollevarsi dalla crisi, con uno sforzo congiunto chiamato Lega Ippica Italiana: Questo è l'ultimo treno per il comparto ippico italiano, e va preso senza farsi troppe domande. Il Parlamento ha dato il via libera ad un progetto denominato Lega Ippica...
Rassegna Stalloni Italiani 2020 Varenne: un mito a portata di mano Gli allevatori italiani hanno a disposizione uno degli stalloni più vincenti in Europa. Se analizziamo le performance dei 1359 puledri nati da Varenne, dal 2004 al 2015, colpisce il numero dei suoi figli che hanno raggiunto livelli altissimi. In questi primi 12 anni di attività stalloniera Varenne ha prodotto 5 Campioni con record inferiore a...
Rassegna Stalloni Italiani 2019 Mago d’Amore – Sei scuro di conoscere a fondo la sua magia? Ti interessa Mago d’Amore? Ti sei chiesto se conosci la sua storia e quella dei suoi figli?Approfitta di questo momento per visitare il nuovo sito www.magodamore.itTutti gli allevatori cercano di far nascere “il Campione ”, ebbene, questo stallone ha prodotto Urlo dei Venti alla sua prima annata di monta con soli 13 nati!
Convegno "Ippica Futura" a Napoli il 24 Febbraio 2014: i link ai video degli interventi Convegno "Ippica Futura" a Napoli il 24 Febbraio 2014: i link ai video degli interventi di Enrico Tuci - Presidente di Imprenditori Ippici Italiani Antonio Carraretto - Allevamento Kronos Massimo Parri - Allevamento Le.Gi. Christian Walter - Scuderia Waldeck Sergio Luise - Allevamento Luise Germano Di Corinto - Commissione Tutela...
Il coraggio di denunciare, pieno sostegno al Dott. Santulli Da molti anni assistiamo a varie forme di ingiustizia e prepotenza perpetuate ai danni degli ippici da un sistema demenziale che sembra quasi studiato per autodistruggersi. Purtroppo siamo molto vicini all'estinzione e abbiamo molte persone a cui attribuire questa gravissima responsabilità, persone che, ricordiamolo, sono retribuite per...
Rassegna Stalloni Italiani 2017: Gruccione Jet – Una linea di sangue nobile che porta precocità Gruccione Jet è uno dei più interessanti continuatori, disponibili in Italia, del grande Sire Pine Chip. La generazione 2013, con Uragano Star, Ultra Light, Ulalà degli Ulivi, Ultimo Sogno, Ulisse Effe, Uendy Zs e Un Jet Doc ha confermato che Gruccione Jet trasmette coraggio e tenuta, precocità e velocità. In particolare rammentiamo Rambo Zs...
Rassegna Stalloni Italiani 2018 - uno dei più qualitativi e nobili figli del Capitano Varenne Questo bellissimo figlio di Varenne,  uno di quelli che ha lasciato veramente il segno, ha dimostrato in pista di avere la stoffa del Padre e lo ha fatto subito, nell’ottobre dei 2 anni, con un significativo 1.16.3 sui 2100 metri a Torino segnando così il record della generazione per poi migliorarlo in...
Informazioni riguardanti l’adesione a Lega Ippica Italiana Lo scorso 11 Giugno è stata costituita Lega Ippica Italiana. La struttura operativa di Lega Ippica Italiana è a vostra disposizione per accogliere le vostre istanze all'indirizzo di posta: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. // Sarà nostra cura informare tutti gli operatori...
Gli Imprenditori Ippici vanno avanti Seppur nella estrema difficoltà, economica e strutturale, generata da un pessimo Ministro (l'ennesimo) e da una dirigenza inconsistente ed incapace, continua, da parte di "Imprenditori Ippici Italiani" l'attività di aggregazione e di approfondimento degli argomenti più importanti per il rilancio dell'ippica. Questa compagine organizza...
Lo Stato debitore che affossa l'ippica italiana L'articolo pubblicato su Leoni Blog - la testata on line dell'Istiotuto Bruno Leoni diretta da Oscar Giannino Quello dell’ippica è un settore che interessa a pochi in Italia. Così non è per i paesi anglosassoni, o per altri paesi come Francia e Svezia, dove invece questo sport è tenuto in grande considerazione e non conosce crisi. Quanto lo...
La Filiera ippica è una eccellenza della produzione agricola italiana Mi capita di sentire spesso, specialmente la mattina alla Radio, gli interventi del Ministro Martina a favore delle eccellenze dell'agro-alimentare italiano, eccellenze che con Expo ha messo sapientemente in evidenza.Mi piace come, facendo leva su questi valori, si continua, con un encomiabile spirito, a lavorare cercando nuove sinergie,...
Programmazione Trotto 2017 A seguito della riunione tecnica sulla Programmazione Trotto 2017 svoltasi lo scorso 6 Ottobre al Mipaaf, la nostra Associazione ha inviato il 18 Ottobre scorso le nostre richieste al riguardo.Questa Associazione, durante l’incontro, ha più volte sollecitato interventi volti a ridurre l’emorragia che oggi sta portando ad un ulteriore calo della...
L'importanza essenziale del sostegno all'Allevamento Italiano Nel Trotto ogni giorno assistiamo a cavalli italiani di assoluta qualità che si impongono in corse importanti nei Paesi ippicamente più qualificati come la Svezia e la Francia.E' fuori discussione che il livello di molti di questi cavalli non è inferiore a quello dei vincitori di corse di gruppo italiane.Eppure agli Allevatori dei cavalli che...
Presentazione del Progetto Lega Ippica Italiana a Torino Cari amici Ippici,siete tutti invitati lunedì prossimo 20 Maggio alle ore 12,00, presso l'ippodromo di Vinovo a Torino, per la presentazione agli operatori Ippici del Progetto di Lega Ippica Italiana.Vi aspetto Enrico Tuci338 1786971
Rassegna Stalloni Italiani 2019-Con Napoleon Bar vai sul sicuro Volete far nascere un Campione?Avete analizzato le percentuali di riuscita, per ciascun Stallone, e le probabilità di ottenere un Campione? Napoleon Bar è ormai una garanzia: ogni anno ha generato detentori di record e vincitori classici.Nel 2018 si è affermato come lo Stallone Italiano più interessante per il rapporto qualità/prezzo e per le...
Lega Ippica Italiana: Un altro passo avanti La politica, con la quale stiamo collaborando ormai da oltre un anno, sta portando avanti il grande lavoro relativo alla Delega Fiscale, all'interno della quale, all'articolo 14, si parla anche di ippica e di costituzione di Lega Ippica Italiana. Ebbene, nella giornata di ieri, mercoledì 25 settembre, dopo aver superato l'esame delle Commissioni...
L' Etica è la prima necessità Imprenditori Ippici Italiani nasce per dare voce e determinazione a chi questa Ippica la vuole profondamente cambiare e tutta la nostra azione si basa sulla necessità di una azione Etica come elemento primario da imporre a questo fallimentare e deludente sistema che oggi siamo costretti a subire.Tutti i Soci di Imprenditori Ippici, molte tra le...
Rassegna Stalloni Italiani 2019 - Sceicco: quando la precocità fa la differenza Vi interessa produrre un puledro precoce?Indubbiamente esser pronti a due con un puledro già affidabile e competitivo oggi, in Italia, è determinante.Esiste uno Stallone Italiano che, meglio di Sceicco, abbia dimostrato a due e a tre anni una qualità e, soprattutto, una straordinaria precocità tale da renderlo imbattibile?
Cosa aspettarsi dal 2017? Attenti al Lupo! E' tempo di Riforma ma un altro anno, ahimè!, si sta già presentando alla porta e sembra la copia, sempre più sbiadita di quello precedente. Certamente non sarà un anno che parte all'insegna del rinnovamento, anzi.La ribollita verrà servita il primo gennaio 2017 esattamente allo stesso modo (assai insipido) di come era stata servita il primo...